Benvenuti nel nostro sito web

Benvenuti nel nostro sito web - Agriambiente Puglia

 

 

Associazione Nazionale

Agriambiente onlus

Riconosciuta dal Ministero dell'Ambiente

Decreto n. 1994 del 4/11/2003

 

 

 

 

 

SEZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE

           “AGRIAMBIENTE - BARI”

Sede Legale – 70056 Molfetta (BA), via del Gesù n. 6

C. F. n. 93472510721 – tel. 3423123594 e 3911038839 

  

LA STRUTTURA COORDINATA DA VERTICI NAZIONALI – REGIONALI E PROVINCIALI, E' IMPEGNATA NELLA PREVENZIONE E INFORMAZIONE AMBIENTALE, PROPEDEUTICA AL RISPETTO DELLE NORME CHE ABBRACCIANO L’INTERO MONDO DELLA FLORA E DELLA FAUNA E OPERA PRINCIPALMENTE NEI SEGUENTI SPECIFICI SETTORI DI INTERVENTO:

. anagrafe canina, controllo dei canili e del fenomeno del randagismo di cani e gatti, epidemie degli animali;

. tutela di parchi e giardini, verifiche antinquinamento degli scarichi pubblici e privati, controllo delle deposizioni di rifiuti anche ingombranti, tossici e pericolosi nelle aree pubbliche e private;

controllo della circolazione fuori strada dei veicoli a motore;

. prevenzione e repressione dei maltrattamenti degli animali;

vigilanza sul patrimonio ittico e sulla disciplina dell’esercizio della pesca nelle acque interne e marine;

. vigilanza venatoria;

. tutela della flora, dei funghi epigei e dei prodotti di sottobosco, tutela della fauna minore;

. controlli nei mattatoi circa i modi di abbattimento ed il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie degli impianti;

. controlli presso gli Istituti scientifici e farmaceutici, contro la vivisezione ed il maltrattamento degli animali; la sorveglianza si estende ai luoghi di custodia e tende ad impedire il commercio illegittimo di animali destinati alla vivisezione e il commercio degli animali esotici protetti dalla legge Washington;

. servizi di Protezione Civile.

VIGILANZA

VIGILANZA - Agriambiente Puglia

Tra gli scopi previsti dal suo Statuto, l'associazione “AGRIAMBIENTE – BARI” si prefigge di promuovere corsi di formazione, per i propri operatori, per l’espletamento del servizio di Guardia Zoofila, Ambientale, Ittica, Venatoria anche in collaborazione con le pubbliche Istituzioni per la vigilanza sulla osservanza delle leggi nazionali e regionali, dei regolamenti generali e locali relativi alla salvaguardia della natura, dell’ambiente, della protezione degli animali e alla difesa del patrimonio zootecnico ivi comprese caccia e pesca: il servizio di tali Guardie è regolato da specifico regolamento provinciale

 

QUALIFICA 

Le Guardie  Volontarie AGRIAMBIENTE hanno competenze in materia di vigilanza sull'esercizio venatorio, sulla tutela dell'ambiente e della fauna e sulla salvaguardia delle produzioni agricole; nell'esercizio delle loro funzioni sono Pubblici Ufficiali e agenti di Polizia Amministrativa. 

Assumono, dopo appositi corsi, con Decreto del Prefetto, anche la nomina a Guardia Giurata Ecologica o Zoofila e limitatamente a tali competenze svolgono funzioni di Polizia Giudiziaria in stretta collaborazione con l'Autorità Giudiziaria. 

ORGANIZZAZIONE 

Con ordine di servizio di cui al Regolamento approvato dal Questore di ogni singola Provincia, le Guardie AGRIAMBIENTE sono organizzate in Nuclei: Regionali, Provinciali, Intercomunali, tutti coordinati dal Responsabile il Nucleo Nazionale di Vigilanza.  

ATTIVITÀ 

Settore primario è quello della vigilanza e della prevenzione, ma altrettanto importante è l'opera di informazione che questi volontari offrono al cittadino sulle normative riguardanti il rispetto dell'ambiente; nel corso di periodiche uscite sul territorio o di interventi mirati in seguito a segnalazione, le Guardie AGRIAMBIENTE effettuano controlli ed accertamenti, spesso in stretta collaborazione e a supporto delle forze dell'ordine; perseguono reati a danno dell'ambiente che vanno dall'uccisione di animali protetti all'esercizio abusivo della caccia, al bracconaggio, agli abusi edilizi, ai casi di inquinamento ecc..
Per gli illeciti legati all'attività venatoria, intervengono direttamente redigendo processi verbali e contestando sanzioni,  come previsto dalle normative vigenti.
Nel più vasto campo dei reati penali effettuano, quali Pubblici Ufficiali, segnalazioni e denunce, in seguito alle quali si mettono in moto gli interventi delle autorità preposte e l'eventuale procedimento giudiziario. 

STRUMENTI 

Il Servizio per regolamento utilizza un abbigliamento approvato dalle U.T.G. di ogni singola Prefettura (es: come quello già riconosciuto con Decreto dalla Prefettura di Milano - scaricabile in Pdf). 

COME SI DIVENTA GUARDIA 

Compatibilmente con le esigenze e con i criteri di selezione dell'associazione, può diventare Guardia Volontaria il socio iscritto, maggiorenne, senza precedenti penali, con assolti gli obblighi di leva e che partecipi da tempo alle attività dell'associazione. Dopo aver frequentato gli specifici corsi organizzati dalle amministrazioni locali o da AGRIAMBIENTE stesso (e aver superato i relativi esami), l'aspirante guardia potrà essere presentato al Coordinamento nazionale per l'invio delle pratiche di nomina al Prefetto o alla Provincia nel cui territorio la guardia andrà ad operare. Per Informazioni sull’attività delle Guardie e su come diventare Guardia Volontaria di AGRIAMBIENTE puoi utilizzare il modulo di contatto o inviare una e-mail a info@agriambientepuglia.it

COLLABORAZIONI

COLLABORAZIONI - Agriambiente Puglia

Per espletare i suoi compiti, “AGRIAMBIENTE – BARI” si avvale di stabili e strutturate collaborazioni con associazioni e enti aventi finalità analoghe. Tra queste, segnaliamo l'intensa e proficua collaborazione instaurata con la G.E.P.A. Onlus- Organizzazione Nazionale per la salvaguardia ambientale, ittica, faunistica, venatoria e protezione animali, riconosciuta dalla Regione Puglia con Decreto n. 704 del 14/09/2015- Registro n. 1910. 

Altre informazioni

Decreto di G.P.G. del Coordinatore sig. Giuseppe Battista

Decreto approvazione logo auto di servizio

Decreto approvazione divise, mostreggiature, gradi e relativi accessori 

Legge 157/1992

Legge189/2004

Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza

Allegati Allegati [9.097 Kb]